TASI – Tributo sui Servizi Indivisibili

TASI - TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI

Con l'art. 1, comma 639, della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013, è stata istituita l'imposta unica comunale (IUC), che si compone dell'imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatoremposta unica comunale (IUC) con decorrenza dal 1^ gennaio 2014.

La Tasi è destinata a finanziare i servizi indivisibili comunali che s’intendono, in linea generale, i servizi,  prestazioni, attività, opere, forniti dai comuni alla collettività.

 

PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, come definiti ai fini dell’IMU, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell’abitazione principale, come definita ai fini dell’imposta municipale propria, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1-A/8–A/9.

 

DEFINIZIONI DI ABITAZIONE PRINCIPALE, FABBRICATI ED AREE FABBRICABILI

       -  per “abitazione principale” si intende l’immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente; 

      -   per “pertinenze dell’abitazione principale” si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo;

      - per “fabbricato” si intende l’unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano, considerandosi parte integrante del fabbricato l’area occupata dalla costruzione e quella che ne costituisce pertinenza; il fabbricato di nuova costruzione è soggetto all’imposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui è comunque utilizzato;

     -  per “area fabbricabile” si intende l’area utilizzabile a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o attuativi ovvero in base alle possibilità effettive di edificazione determinate secondo i criteri previsti agli effetti dell’indennità di espropriazione per pubblica utilità.

 

BASE IMPONIBILE

La base imponibile della TASI è costituita dal valore dell’immobile determinato ai sensi dell’articolo 5, comm1, 3, 5 e 6 del Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, e dei commi 4 e 5 dell’articolo 13 del Decreto Legge n. 201 del 2011.

Per i fabbricati iscritti in catasto, il valore è costituito da quello ottenuto applicando all’ammontare delle rendite risultanti in catasto, vigenti alla data del 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutate al 5 per cento, ai sensi dell’articolo 3, comma 48, della Legge 23 dicembre 1996, n., 662, i seguenti moltiplicatori:

     160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10;

     140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5;

       80 per i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/10 e D/5;

      65 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5; (tale moltiplicatore             è stato elevato a 65 a decorrere dal 1° gennaio 2013);

      55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1.

L’imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso; a tal fine, il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero.

Costi

 ALIQUOTE TASI ANNO 2017

 

COME NELL'ANNO 2016 SONO ESENTI TASI LE UNITÀ IMMOBILIARI DESTINATE AD ABITAZIONE PRINCIPALE TRANNE QUELLE APPARTENENTI ALLE CATEGORIE CATASTALI A/1, A/8 E A/9 PER LE QUALI L’ALIQUOTA E’ CONFERMATA NELLA MISURA DEL 2 PER MILLE.

 

 DESCRIZIONE CATEGORIA

 

ALIQUOTA %

 

Abitazione principale + pertinenze escluse le abitazioni classificate A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze

0.00

Abitazione principale + pertinenze classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9

0.20

Altri fabbricati

0.00

Aree fabbricabili

0.00

 

Ricordiamo che gli inquilini non pagano la TASI (come nel 2016) 

Tempi

VERSAMENTO

I soggetti passivi effettuano il versamento della TASI dovuta in due rate di pari importo scadenti la prima il 16 GIUGNO e la seconda il 16 DICEMBRE di ogni anno. E' comunque consentito il pagamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno di ciascun anno.

 

 

 

Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

CODICE ENTE: E333

CODICE TRIBUTO PER F24

Tipologia

 

Codice tributo

 

TASI  abitazione principale e relative pertinenze A/1, A/8, A/9

3958

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 CLICCANDO SU QUESTO LINK SI PUO' CALCOLARE LA TASI ANNO 2017 STAMPARE IL MODELLO DI PAGAMENTO F24

Settore di riferimento

Tributi

Responsabile

Raffaella Delledonne
030980161
raffaella.delledonne@comune.iseo.bs.it

Sede

Piazza Giuseppe Garibaldi 10 25049 Iseo

Personale addetto

RAFFAELLA DELLEDONNE

Livello di informatizzazione

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Download modulistica. Disponibili on-line da scaricare i moduli necessari ad avviare la procedura che porta allerogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Allegati

Aliquote TASI anno 2014

Note:

Aliquote TASI anno 2015

Note:

Regolamento TASI approvato con delibera di CC n. 14 del 04.04.2016

Note:

Aliquote TASI anno 2016

Note:

Aliquote TASI anno 2017

Note:

Data di aggiornamento scheda

26/05/2017

Risultati delle indagini di customer satisfaction

Dal giugno 2010 la Provincia sta monitorando il grado di soddisfazione manifestato dagli utenti circa i servizi offerti, al fine di migliorare gli stessi. I dati riferiti agli ultimi 12 mesi sono consultabili cliccando sul link "consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi" all'interno del box che si trova in fondo a questa pagina dedicato all’iniziativa "Mettiamoci la faccia" promossa dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

Mettiamoci la faccia

esprimi il tuo giudizio sul servizio
premendo uno dei simboli colorati

indica il motivo principale della tua insoddisfazione premendo su uno dei pulsanti

Grazie per il tuo voto. Arrivederci.

Hai già votato per questo servizio. Arrivederci.
Consulta le statistiche degli ultimi 12 mesi